Seleziona una pagina

Architettura di culto

Nuova chiesa di S. Atanasio

Il complesso parrocchiale di S. Atanasio è localizzato in via Achille Benedetti nel quartiere Pietralata di Roma in un’area rettangolare perfettamente pianeggiante che si sviluppa per mq 7513.

Dettagli

Progetto architettonico
Studio Statuti e prof.  G. Romoli

Luogo
Via Achille Benedetti, quartiere Pietralata, Roma

Committente
Opera romana preservazione della fede

Info Progetto

Allo stato attuale l’intero complesso è costituito da:
BOCCIODROMO- un fabbricato composto da un volume a doppia altezza, area dei campi di bocce, con struttura in ferro e tamponato con lamiere ondulate e in buona parte coibentate.
CHIESA – edificio con una struttura in ferro inglobata nella muratura. Ha una pianta a croce latina in cui l’elemento metallico è evidenziato da pilastri in ferro e da travi reticolati. A seguito della realizzazione della nuova Chiesa questo locale verrà adibito a locale parrocchiale.
SAGRESTIA – UFFICI PARROCCHIALI – AULE CATECHISMO – La struttura è in ferro inglobato nella muratura. L’altezza si riduce a 2,90 ml nella sagrestia. L’edificio è stato realizzato su due piani e comprende la casa canonica, le aule e gli uffici parrocchiali.
TEATRO- E’ un edificio isolato situato tra il confine e il complesso parrocchiale. Il manufatto è in struttura La costruzione è suddivisa in due parti: la sala con doppia altezza e una parte a depositi, camerini e regia su due livelli. L’ingresso principale è situato lateralmente verso i campi da gioco. Questo edificio verrà demolito per dare spazio alla nuova chiesa.
SALE RIUNIONI – E’ un edificio in muratura portante ad un piano situato lungo il perimetro e ne costituisce parte integrante. La copertura è del tipo a lastrico solare.

Descrizione progetto

Il  progetto nasce come proposta di un nuovo spazio per la Chiesa. Il complesso già esistente verrà ridefinito con alcune funzioni migliorando la distribuzione e la sede delle attività parrocchiali. L’intento principale del progetto parte dal desiderio di integrare in modo tale che il complesso si presenti come un insieme unitario e ben correlato. La nuova struttura, posizionata a Sud dell’area interessata, vuole meglio definire l’attuale piazza e ha il suo ingresso dalla parte opposta della Chiesa esistente. L’ingresso, pur mantenendo l’asse principale verso l’altare “schema basilicale” viene deformato il lato destro della strombatura per facilitare visivamente l’accesso dalla piazza. Una volta entrati in Chiesa, ci si rende subito conto della sistemazione dei contenuti liturgici: l’altare e il presbiterio con tutte le sue funzioni in asse con l’ingresso; sul lato sinistro, in successione, una serie di spazi cappelle  che ospitano la penitenzeria , la cappella di S.Atanasio e il Fonte Battesimale. Volgendo lo sguardo a destra, ad una certa altezza, la balaustra sottolinea il percorso che spazialmente ricorda  l’antico “matroneo . Nella parte sottostante del percorso appena descritto, si distingue la vetrata della cappella feriale che custodisce il Santissimo molto evidente dietro l’altare e ben visibile dall’ingresso della Chiesa. Ortogonale al primo, si può notare un secondo asse in cui trovano posto: il Fonte Battesimale, l’Onphalus e la cappella feriale. La Chiesa di S.Atanasio si innesta al lato sud del complesso esistente, creando in quel punto un ingresso attraverso il quale si può accedere alla sagrestia, alle aule per il catechismo e alla canonica posta al primo piano dell’edificio esistente.

Raccontaci il tuo progetto

Scrivici per avere un preventivo senza impegno sul tuo progetto.